<<<BACK

LA BOLOGNA-MIAMI COMPIE 100 GIORNI

La Bologna-Miami ha tagliato il traguardo dei 100 giorni. Il team giornalistico guidato da Fabio Raffaelli, partito da Bologna il 5 maggio scorso a bordo di due fuoristrada Nissan Terrano 3.0, sta percorrendo in questi giorni il Nordamerica e ha toccato il punto più a nord arrivando fino al Circolo Polare Artico. Dopo Europa e Asia è l’America il terzo continente ad essere toccato dalla spedizione. Inizia così la parte finale del viaggio, anche se mancano ancora due mesi all’arrivo a Miami! Fra Vancouver, lo Yukon, l’Alaska, il Klondyke c’è perfino la neve ad accogliere la spedizione. Le temperature rigide non impediscono di apprezzare meravigliosi panorami, visibili soprattutto da un idrovolante opportunamente noleggiato che sorvola laghi, foreste, ghiacciai con nevi perenni. Diventa sempre più indispensabile, viste le temperature rigide, una buona provvista di liquore all’uovo Zabov nelle stive delle vetture targate Explorer GT Line. A Dawson Creek, sulla mitica strada dei cercatori d’oro d inizio secolo, viene varcato il cippo che segnala il “miglio zero” dell’Alaska Highway, 2451 chilometri fino a Fairbanks. Via via si snodano città come Quesnel, Prince Gorge, Fort Nelson. Tappe che profumano di antica avventura, di miti letterari e cinematografici che non possono non stimolare la fantasia anche ai giorni nostri. Ma la fine dell’Alaska Highway non è ancora abbastanza per la Bologna-Miami. L’obiettivo dell’estremo nord è diventato, come detto, il Circolo Polare Artico, puntualmente raggiunto dopo 350 chilometri di strade silenziose e ricchezze naturali straordinarie. E in una breve pausa del viaggio il pensiero corre alle radici della spedizione, a chi la ha resa possibile credendo nell’impresa e nei suoi contenuti: “Pochi istanti - scrive Fabio Raffaelli nel suo diario quotidiano - per ringraziare, mentalmente, sponsor ed enti che ci hanno permesso di portare Bologna così lontano da casa”. Il viaggio prosegue verso Vancouver, città canadese già toccata alcuni giorni fa di passaggio. Ora la visita diventa più approfondita e ricca di appuntamenti ufficiali con autorità italiane e locali.


foto di gruppo inizio secolo al Capilano Bridge



attenti agli orsi!


veduta di Vancouver



lo storico "miglio zero" della Alaska Highway



Insegna di segheria canadese



Mr. Brown, pittoresco custode del museo di Fort Nelson


il team al lavoro nello Yukon circondato di neve


l'idrovolante in partenza da White Horse



questo è il bagno di una tipica casa dello Yukon



un po' di Bologna anche da queste parti



Stars & Stripes forever



vecchie case di Dawson City


Dawson City, rimasta tale e quale un secolo fa


il telefono del Post Office, ancora funzionante


durante il viaggio c'è tempo anche per realizzare servizi pubblicitari


Per contatti con la Bologna-Miami:
Franco Cervellati
335 59 16 939 info@bolognamiami.it