<<<BACK

NEL CUORE DELLA RUSSIA

Anche l’ingresso in Russia è caratterizzato da estenuanti controlli di polizia e lungaggini burocratiche di ogni genere. Rispettare il limite dei 60 orari nelle superstrade è quasi impossibile, anche se i due Nissan Terrano 3.0 vengono fermati con regolarità e il rischio di multe è sempre dietro l’angolo. Il viaggio comincia a rivelare le sue maggiori difficoltà, ma la tenuta dell’equipaggiamento è ottima. Perfetto l’abbigliamento Columbia e le attrezzature Ferrino e GT Line. Lo Zabov Moccia non manca mai anche negli incontri ufficiali. Le vetture filano che è un piacere anche su strade malandate e piene di buche e la carovana arriva così a San Pietroburgo rispettando la tabella di marcia e viene accolta con calore dal locale Istituto per il Commercio Estero che ha organizzato un incontro con imprenditori italiani. Anche qui, nella terra della vodka e del caviale, c’è profumo d’Italia con le scarpe del marchigiano Walter Cassetta e le piastrelle, la mozzarella e il caffè importati qui da bravissimi nostri connazionali che hanno saputo fare fortuna in Russia. La città è bellissima, ricca di monumenti che evocano un fulgido passato ma anche di statue bizzarre. Raffaelli e soci soggiornano all’Hotel Astoria, lo stesso nel quale dopo poche ore scenderà il presidente americano Gorge W. Bush durante la sua visita al collega russo Putin. Cinque giorni di permanenza poi via con i 700 chilometri che separano San Pietroburgo da Mosca. Ancora problemi con la polizia, soprattutto per immortalare le due Nissan sulla Piazza Rossa. Con qualche stratagemma Iago ce la fa e le immagini fissate resteranno fra le più significative dell’intero viaggio.


un momento di relax durante gli estenuanti controlli alle frontiere


uno dei rutilanti negozi di San Pietroburgo


il caviale al mercato cittadino


Raffaelli consegna un omaggio di Art'è e della Galleria Ta Matete al direttore dell'Istuituto Commercio Estero di San Pietroburgo Rocco Gioffrè



la stanchezza ogni tanto affiora per il calendario fitto di impegni


Mac Donald's in versione russa


benzinaio-baby a Mosca


il team con le due Nissan davanti alla chiesa di San Basilio sulla Piazza Rossa


ancora in sosta sulla Piazza Rossa


zabov e omaggi di Art'è per tutti durante l'incontro con l'ICE di Mosca


Per contatti con la Bologna-Miami:
Franco Cervellati
335 59 16 939 info@bolognamiami.it