<<<BACK

L’AVVENTURA PROSEGUE TRA LA CINA E IL GIAPPONE

La parte più avventurosa del lungo viaggio continua. Lo scenario è quello della Cina, con le sue bellezze naturali, i millenni di storia e, anche, la sua propensione per il futuro e l’inserimento nel circuito economico occidentale. Il consueto incontro presso gli uffici dell’Istituto per il Commercio Estero è ancora una volta l’occasione per conoscere le tante realtà imprenditoriali italiane che sono entrate in contatto ultimamente con questo immenso ed affascinante Paese e per diffondere anche qui i marchi degli sponsors del viaggio, in particolare attraverso gli omaggi di Art’è-Ta Matete e Moccia Zabov. Per di più a Pechino Fabio Raffaelli e il suo equipaggio sono stati ospitati personalmente in casa del Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura per un party. Immancabile per chi si trova la Cina è la visita alla Grande Muraglia, della quale resistono ormai pochi tratti dei 6000 chilometri originari, ma che è pur sempre una delle meraviglie del mondo. L’unica opera umana, ricorda Raffaelli nei suoi diari quotidiani, visibile dallo spazio. Da ricordare anche la tappa di Shenyang, in piena Manciuria, dallo splendido Palazzo Imperiale. Ma la permanenza in Cina ha avuto un supplemento inatteso quando alla frontiera con la Russia (direzione Vladivostok per imbarcare le auto Nissan verso il Giappone) le guardie russe hanno sollevato tante e tali eccezioni burocratiche da costringere il team ad un dietro-front verso Pechino e a ridisegnare lo sbarco in Giappone. Nulla di grave, ovviamente; cose che succedono in una spedizione così lunga ed articolata ma che costringono sempre a sforzi organizzativi fuori programma, anche qualche notte passata nei Terrano, per fortuna ottimamente assistiti dai materiali Ferrino, Columbia ed Explorer by GT Line. Tutto risolto, comunque grazie all’instancabile Enzo Ragazzi della ditta OTIM che cura il trasporto dei mezzi: auto affidate a robusti containers, equipaggio in volo da Pechino e un’altra fase della Bologna-Miami si apre con tutto il suo carico di fascino e di mistero: quella dedicata al Giappone.


Enzo Ragazzi della OTIM



Nissan o cammello per percorrere la Grande Muraglia?


il ricevimento in casa del Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Pechino



Piazza Tian an Men



venditore di ghiaccio



la Grande Muraglia


Iago alle prese con i vicoli di Pechino




l'assistenza Nissan a Shenyang



consigli di viaggio...



La Nissan Terrano caricata sul container per il Giappone


bambini di pechino davanti al logo di Tica e Bio

 


pubblicità di un succulento ghiacciolo alla liquerizia

 


grilli in gabbia


altro cartello pubblicitario

Per contatti con la Bologna-Miami:
Franco Cervellati
335 59 16 939 info@bolognamiami.it