clicca qui se vuoi vedere tutte le tappe del viaggio
GIORNO PER GIORNO

||- La Partenza
||- Bologna
||-
Salisburgo
||-
Vienna
||-
Praga
||-
Berlino
||-
Varsavia
||-
Minsk
||-
S.Pietroburgo
||-
Mosca
||-
Perm
||-
Omsk
||-
Novosibirsk
||-
Ulaanbaatar
||-
Shanghai
||- Pechino
||-
Shenyang
||-
Vladivostok
||-
Kyoto
||-
Tokyo
||-
Anchorage
||-
Fairbanks
||- Vancouver
||- San Francisco
||-
Los Angeles
||-
Baja California
||-
Dallas
||- Las Vegas
||- Miami
||-
L'arrivo

 

 


La Partenza.
Da Bologna a Miami, collegando mille realtà, culturali, sociali, scientifiche, imprenditoriali e sportive per raccontare cultura e ‘made in Italy’ lungo uno degli itinerari più affascinanti del mondo.

Bologna
Dopo il brindisi in Piazza Maggiore due giri dello Stadio Dall’Ara con il saluto alla ‘Bologna-Miami’ dei quarantamila tifosi rossoblù. E quarantamila sono i chilometri
che ci separano da Miami.
Salisburgo
Magiche architetture e il fascino di Amadeus fanno di Salisburgo una città tutta da scoprire. Anche se qui non si vive di solo turismo, come scopriranno i giornalisti della ‘Bologna-Miami’.
Vienna
Come si vive a Vienna? Come è il mercato del lavoro nell’ex Austria Felix? La parola passa ad alcuni italiani che da anni vivono nella patria del valzer. Ma c’è anche tempo per una visita ai musei con una guida d’eccezione che viene da Bologna: VIttoria Coen.
Praga
Perché Praga, in fondo in fondo, non ama Kafka, uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi, ma soprattutto uno dei suoi figli più illustri? Fabio Raffaelli cerca di scoprirlo da buon detective letterario. E dopo Kafka si torna a parlare di economia e commercio.
Berlino
Berlino è sicuramente una delle realtà più sorprendenti degli ultimi decenni. In nessuna altra città la trasformazione è così palpabile: gallerie a non finire, musei, nuove attività nelle fabbriche dismesse. ‘Bologna-Miami’ incontra artisti e industriali.
Varsavia
Chi sbarca in Polonia non può credere ai propri occhi. Non solo splendide architetture, ma anche una natura sconvolgente per ricchezza e colori.
E ‘Bologna-Miami’ scopre che in pieno centro, a Varsavia, c’è un palazzo dove ‘tramano’ gli industriali italiani.
Minsk
Distrutta due volte, da Napoleone e dai tedeschi, Minsk è oggi un centro nevralgico per l’economia della Bielorussia: industrie metalmeccaniche, tessili, chimiche, editoriali hanno rapporti con tutto il mondo e godono di ottima fama.
S.Pietroburgo
San Pietroburgo ha fatto da scenografia a migliaia di film, ‘Resurrezione’ in testa. Eppure mille aspetti di questa città che parla spesso italiano, nell’architettura e nella vita sociale ed economica, ci sono sconosciuti o quasi.
‘Bologna-Miami’ incontra il direttore dell’Ermitage.
Mosca
Una delle tappe più importanti del percorso. Anche perché a Mosca operano decine e decine di aziende italiane. E le grandi griffe nostrane furoreggiano a due passi dalla Piazza Rossa. Incontro all’Istituto Italiano di Cultura.
Perm
Con oltre un milione di abitanti Perm si presenta come un centro industriale di tutto rispetto: anche qui industrie metallurgiche, meccaniche, petrolchimiche, ma anche del cuoio. Nelle vicinanze scopriremo una delle più grandi centrali idroelettriche.
Omsk
Qui si parla di Siberia, uno degli scenari più intensi della ‘Bologna-Miami’,
di Transiberiana, il mitico percorso ferroviario, ma anche di imprese emergenti nel settore del tessile, del chimico e dell’alimentare.
Un’opportunità di contatto per molte realtà italiane.
Novosibirsk
A Novosibirsk un gruppo di frati francescani ha restaurato un vecchio monastero nella periferia della città, accogliendo decine e decine di bambini abbandonati.
‘Bologna-Miami’ entra per la prima volta in questa scuola-famiglia.
Ulaanbaatar
Altra tappa storica della ‘Bologna-Miami’, la Mongolia. Terra poco battuta dal turismo di massa, ma carica di storia e di atmosfere uniche.
Incontri con le industrie che producono per l’Italia (tessile) ma anche con una scuola
speciale, quella delle
contorsioniste.
Shanghai
Shanghai dai mille volti. Con le sue tradizioni dure a morire e una gran voglia di imporsi come leader della Cina del Terzo Millennio. Qui lavorano centinaia di industriali italiani. Incontro con la nostra comunità.
Pechino
Pechino offre mille spunti giornalistici. Dopo l’incontro con gli italiani residenti e con l’Istituto del Commercio Estero ‘Bologna-Miami’ si tuffa nel vivere quotidiano alla cinese. Con la complicità e l’aiuto dei giornalisti locali.
Shenyang
Un tuffo nella storia con Shenyang: tra il febbraio e il marzo del 1905 qui si affrontarono, con ripetuti e sanguinosi scontri, i soldati giapponesi e russi. Oggi, grazie a rame, zinco e piombo , la città ha ritrovato un ruolo di primo piano nella Cina che 'corre'.
Vladivostok
La ‘Bologna-Miami’ raggiunge il mitico capolinea della Transiberiana e documenta l’attività di questo gigantesco porto.
Una città febbrile, Vladivostok, che raggruppa le etnie più disparate. In nave verso
il Giappone.
Kyoto
Kyoto è l’immagine del passato più glorioso del Giappone. Gioiello urbanistico di rara bellezza è anche un centro artigianale di alto livello. ‘Bologna-Miami’ visita le aziende storiche (seta, ricami e porcellane) ma anche quelle
più innovative.
Tokyo
Tappa cruciale del lungo viaggio, con i suoi dieci milioni di abitanti e le sue sterminate attività imprenditoriali.
Incontro con l’Istituto italiano di cultura ma anche con quello del Commercio estero. Una miriade di contatti per le imprese italiane.
Anchorage
Con l’arrivo ad Anchorage, nell’Alaska più sconosciuta, prende il via la seconda parte della ‘Bologna-Miami’, quella in territorio americano. E il primo contatto è quello con una regione splendida per il suo patrimonio ambientale.
Fairbanks
Le vetture della ‘Bologna-Miami’ sfrecciano lungo un territorio unico nel suo genere, dove i corsi d’acqua sono la principale via di comunicazione Chi sono gli italiani che vivono e lavorano in queste sperdute regioni?
La risposta nei reportage del
team bolognese.
Vancouver
Quasi impossibile elencare tutte le attività commerciali di Vancouver, immenso porto commerciale, ma anche sede di industrie siderurgiche, petrolchimiche, elettroniche e alimentari. Incontro con la comunità italiana.
San Francisco
Chi non conosce San Francisco, almeno dal cinema? Ma San Francisco non è solo la città del Golden Gate, bensì anche un centro finanziario di primo livello e culturale con le sue celeberrime università. Tra campus e musei i nostri giornalisti ‘investigano’.
Los Angeles
Che accoglienza avrà lo staff di ‘Bologna-Miami’ nella Mecca del cinema? Tra tanta finzione le migliaia di chilometri percorsi dal nostro team si prestano a un ‘film verità’. Incontro con gli italiani che rendono grande il cinema americano.
Baja California
La Baja California si estende per oltre 1200 chilometri nell’Oceano Pacifico. I nostri giornalisti la percorreranno in gran parte offrendo ai telespettatori un reportage unico tra catene montuose e splendidi scorci sul grande mare.
Dallas
Pochi sanno che Dallas, oltre che capitale mondiale del cotone con la sua febbrile Borsa, è anche città leader nel settori industriale, elettronico e aerounatico- spaziale. Incontro con la comunità italiana e con l’Istituto per il commercio estero.
Las Vegas
Riusciranno i nostri eroi a non finire nelle grinfie di qualche abile croupier ? Le telecamere di ‘Bologna-Miami’ entrano nella patria del gioco d’azzardo e scoprono che tanti italiani lavorano per la miliardaria impresa.
Miami
Dopo oltre 40mila chilometri si conclude uno dei viaggi giornalistici più lunghi e complessi mai organizzati. Incontro con le varie comunità italiane, con gli operatori economici e grande festa d’arrivo per lo staff 'Bologna-Miami.
L' arrivo
40mila chilometri. Non solo quindi un reportage lungo cinque mesi, una ‘diretta’ dai luoghi più sperduti e meno conosciuti di tre continenti, ma soprattutto un messaggio per sviluppare i collegamenti tra Enti e Aziende di livello internazionale.